ar-news italiano
VATICANO: CONCLUSO LAVORO COMMISSIONE STEPINAC PDF Stampa E-mail
Politica
Scritto da ar-news   
giovedì, 13 luglio 2017 15:41

VATICANO, 13/07/2017 (AR) – Comunicato congiunto della Commissione mista di Esperti croati cattolici e serbi ortodossi per una rilettura in comune della figura del Cardinale Alojzije Stepinac, Arcivescovo di Zagabria, 13.07.2017:

“Nei giorni 12 e 13 luglio 2017, si sono riuniti in Vaticano, presso la Domus Sanctae Marthae, per la loro sesta ed ultima riunione e sotto la presidenza del Rev.mo P. Bernard Ardura, Presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche, i membri della Commissione mista di Esperti croati cattolici e serbi ortodossi per una rilettura in comune della figura del Cardinale Alojzije Stepinac, Arcivescovo di Zagabria.

Per la Conferenza Episcopale Croata erano presenti: S.Em. il Card. Josip Bozanić, Arcivescovo di Zagabria, S.E. Mons. Antun Škvorčević, Vescovo di Požega, S.E. Mons. Ratko Perić, Vescovo di Mostar-Duvno, il Dr. Jure Krišto e il Dr. Mario Jareb, dell’Istituto Croato di Storia.

Per il Santo Sinodo della Chiesa Ortodossa Serba erano presenti: S.Em. Amfilohije, Metropolita del Montenegro e del Litorale, S.Em. Porfirije, Metropolita di Zagabria e Lubiana, S.E. Irinej, Vescovo di Novi Sad e di Bačka, S.E. Jovan, Vescovo di Pakrac e della Slavonia, e il Prof. Dr. Darko Tanasković, Rappresentante di Serbia presso l’UNESCO.

Leggi tutto...
 
VATICANO: DIVENTERANNO SANTI I PASTORELLI DI FATIMA PDF Stampa E-mail
Religione
Scritto da ar-news   
giovedì, 23 marzo 2017 17:38

CITTÀ DEL VATICANO, 23/03/2017 (AR) – Il Papa ha ricevuto questa mattina in udienza il cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, ed ha autorizzato a promulgare i decreti riguardanti, tra l’altro, il miracolo, attribuito all’intercessione del Beato Francesco Marto, nato l’11 giugno 1908 e morto il 4 aprile 1919, e della Beata Giacinta Marto, nata l’11 marzo 1910 e morta il 20 febbraio 1920, fanciulli di Fatima. Diventeranno dunque presto santi i pastorelli di Fatima, santuario mariano dove il Papa si recherà il prossimo 13 maggio.

 
ITALIA: LE MISSIONI DAI VELIVOLI DELLA GUARDIA COSTIERA PDF Stampa E-mail
Cronaca
Scritto da ar-news   
venerdì, 19 agosto 2016 15:54

ROMA, 19/08/2016 (AR) - Prosegue l’attività di vigilanza e pattugliamento dei velivoli della Guardia Costiera, nell'ambito dell'operazione "Mare Sicuro" che vede impegnati circa 3.000 uomini e donne e 300 tra mezzi navali ed aerei dispiegati lungo tutti gli 8.000 chilometri di coste del Paese e nei laghi maggiori, per garantire un’estate all’insegna della legalità  e della sicurezza. Due in particolare le missioni portare a termine dai velivoli della Guardia Costiera del 2º Nucleo Aereo di Catania.

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.

Nella prima operazione, un aereo ATR42 della Guardia Costiera,  ha sorpreso due unità da diporto intente a navigare e a pescare all'interno di una zona di massima protezione dell'Area Marina Protetta "Isola Capo Rizzuto". L'equipaggio dell'ATR42 ha mantenuto costantemente il contatto visivo con le due unità, fino all'arrivo in zona di un battello veloce della Guardia Costiera di Crotone. I responsabili sono stati raggiunti,  identificati e deferiti all'Autorità giudiziaria.

Nella seconda operazione, l'aereo Piaggio "P180GC" della Guardia Costiera ha intercettato due unità da diporto ancorate anch’esse nella zona di massima protezione dell'Area Marina Protetta "Costa degli Infreschi e della Masseta", nel Cilento. L’equipaggio ha provveduto ad allertare la Guardia Costiera di Palinuro e di Marina di Camerota, intervenuti sul posto con un Battello veloce. I responsabili sono stati identificati e sanzionati.

 

La tutela dell'ambiente marino rientra tra gli obiettivi dell’operazione “Mare Sicuro” che, insieme alle attività di ricerca e soccorso e le attività di controllo sulla filiera ittica, mirano a garantire la sicurezza in mare e la giusta fruizione del bene pubblico. Le attività di vigilanza e monitoraggio proseguiranno anche nei prossimi giorni.

 
ITALIA: DESERTIFICAZIONE E SICCITÀ SI POSSONO COMBATTERE PDF Stampa E-mail
Economia
Scritto da ar-news   
giovedì, 13 ottobre 2016 12:18

ROMA, 13/10/2016 (AR) - Migliorare il coinvolgimento dei soggetti interessati, a partire dagli agricoltori. Dare valore alle ricerche interdisciplinari svolte da partnership miste, composte cioè da esperti di diverse materie e di diversa provenienza geografica.  Riconoscere che la ricerca scientifica è un importante supporto agli investimenti volti a ottimizzare la qualità e la disponibilità delle acque.


Queste sono solo alcune delle raccomandazioni rivolte ai decisori politici, agli agricoltori e all’intero sistema dell’istruzione (scuole e università), emerse nel convegno internazionale di chiusura del progetto Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), organizzato dal Nucleo di ricerca sulla desertificazione (NRD) dell’Università di Sassari. Finanziato con fondi dell’Unione Europea, Wadis- Mar è uno dei cinque progetti dimostrativi del programma regionale SWIM (Sustainable Water Integrated Management).

Leggi tutto...
 
ITALIA: IL SENATORE DI BIAGIO NON È INDAGATO PDF Stampa E-mail
Cronaca
Scritto da ar-news   
sabato, 11 giugno 2016 12:30

ROMA, 11/06/2016 (AR) - Coinvolto nel giugno 2013 nell’ambito delle indagini della Procura di Roma su presunte truffe all’Inps, Aldo Di Biagio, che  già ricopriva la carica di Senatore della Repubblica ha sempre dichiarato di essere estraneo ai fatti contestati e di rimettersi completamente e senza alcun atteggiamento ostativo o critico nelle mani della giustizia.

In data 5 giungo 2013, a poche ore dalla notifica del coinvolgimento nell’indagine, intervenne nell’aula del Senato dichiarando apertamente ''Voglio rinunciare a ogni forma di immunità parlamentare che possa complicare e rallentare ogni eventuale provvedimento'' ribadendo la propria serietà in qualità di uomo delle istituzioni fiducioso del lavoro degli inquirenti.

Dal giugno 2013 fino all’avviso di conclusione indagine all’inizio del 2016, si è reso disponibile costantemente al confronto con i magistrati, proponendosi per interrogatori e depositando memorie attraverso le quali chiarire la propria posizione di totale estraneità all’oggetto delle indagini.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 106

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information