SERBIA E MONTENEGRO: L’IFC CERCA CONSULENTI ITALIANI PER LA PRIVATIZZAZIONE DI ELEKTRONSKA INDUSTRIJA

ROMA, 26/08/2003 – L’ International Finance Corporation (IFC) – agenzia della Banca Mondiale – sta attivamente sostenendo il governo serbo nel lavoro di ristrutturazione e, avvalendosi di fondi messi a disposizione dal Ministero dell’Economia e finanze italiano, ha avviato le procedure per la selezione di un’azienda di consulenza italiana cui affidare l’incarico di preparare il piano di recupero di uno dei più grandi gruppi industriali serbi. Si tratta di Elektronska Industrija (EI), cui fanno capo diverse aziende di proprietà pubblica o “collettiva”, specializzate nella produzione di elettronica di consumo, elettrodomestici e componenti in metallo e plastica.

Il gruppo, che nel 2001 ha fatturato 20,8 milioni di dollari USA e possedeva un patrimonio di 58,4 milioni di dollari, ha perso quote di mercato e ha visto conti e competitività deteriorarsi rapidamente; per questi motivi il governo serbo ha deciso di aprirlo all’ingresso di investitori privati e/o di privatizzarlo, in tutto o in parte. L’azienda prescelta dovrà compiere uno studio diagnostico e di pre-valutazione sul gruppo, identificando unità di business indipendenti nelle quali possa essere suddiviso, indi preparare un programma di valutazione e ristrutturazione e infine assistere il governo durante la privatizzazione delle diverse unità di business. Le aziende e i raggruppamenti di aziende interessati all’incarico dovranno contattare l’IFC di Belgrado entro il 20 settembre 2003.

 

 

Condividi questo articolo

Be the first to comment on "SERBIA E MONTENEGRO: L’IFC CERCA CONSULENTI ITALIANI PER LA PRIVATIZZAZIONE DI ELEKTRONSKA INDUSTRIJA"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*