VATICANO: PAPA FRANCESCO CON LA PRESIDENZA DI BOSNIA ED ERZEGOVINA

Papa Francesco con la presidenza della Bosnia ed Erzegovina, foto: AR-NEWS

VATICANO, 25/02/2018 (AR) – Papa Francesco ha ricevuto (24/02/2018) in udienza, nel Palazzo Apostolico Vaticano, la Presidenza collegiale di Bosnia ed Erzegovina (Dragan Čović, presidente di turno, Mladen Ivanić e Bakir Izetbegović), i quali si sono successivamente incontrati con il segretario di Stato cardinale Pietro Parolin, e arcivescovo Paul Richard Gallagher, segretario per i rapporti con gli stati.

“Nel corso dei colloqui, svoltisi in un clima di cordialità, è stata espressa soddisfazione per le buone relazioni fra la Santa Sede e la Bosnia ed Erzegovina, ed è stato rinnovato l’impegno a proseguire nel cammino di una costruttiva collaborazione bilaterale e a rafforzare il dialogo e l’intesa interreligiosi. 

Papa e delegazione Bosnia e Erzegovina-scambio doni, foto: AR-NEWS

Nel prosieguo della conversazione si è parlato dell’attuale contesto interno, segnato da diverse sfide di natura economica e sociale, e dell’urgenza di promuovere iniziative per garantire un futuro alle nuove generazioni. Si è pure ribadita l’esigenza di perseguire in maniera concorde la via delle riforme, anche nella prospettiva dell’integrazione del Paese nell’Unione Europea, e di garantire l’effettiva parità dei popoli costituenti, favorendo la convivenza pacifica e un clima di riconciliazione fra tutte le componenti della società. Infine, ci si è soffermati su alcuni temi politici, tra cui l’importanza della cooperazione tra gli Stati della Regione”, si legge in una nota della Sala Stampa della Santa Sede.

Il colloquio privato nella Sala della Biblioteca, alla presenza di un interprete, è durato 35 minuti. Al momento dello scambio dei doni, il Francesco ha reagalato ai tre leader la sua enciclica “Laudato si'”. “Questo libro parla della custodia del creato: credo che questa sia una delle sfide più grandi dell’umanità”, ha detto loro il Pontefice. Il Santo Padre ha anche fatto dono del medaglione del quinto anno di pontificato.

I presidenti hanno invece regalato al Papa un grande libro di incisioni grafiche sui ponti della Bosnia ed Erzegovina: quelli di Sarajevo, Mostar, Visegrad e Trebinje. E’ stato spiegato al Pontefice che la descrizione dei ponti è stata fatta dal grande scrittore Ivo Andric, Premio Nobel per la Letteratura, nel suo celebre libro “Il ponte sulla Drina”, tradotto anche in italiano. E una volta ascoltata la descrizione delle varie grafiche, Francesco ha detto: “Molto bello. Ho letto quel libro”. A Bergoglio è stato quindi offerto un altro volume, più piccolo, con le opere dell’artista bosniaco autore delle grafiche, Safet Zec, una cui opera è anche in Vaticano. Ai saluti finali, mentre si congedavano prima Čović, poi Izetbegović e quindi Ivanić, quest’ultimo ha detto a Bergoglio in serbo-croato: “Spero di rivederla di nuovo in Bosnia ed Erzegovina, perché quando è venuto a Sarajevo ha portato un clima di pace”. Il Pontefice è stato in visita nella capitale bosniaca il 6 giugno 2015.

Condividi questo articolo

Be the first to comment on "VATICANO: PAPA FRANCESCO CON LA PRESIDENZA DI BOSNIA ED ERZEGOVINA"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*