CROAZIA: INIZIATO PROCESSO PER L’INGRESSO NELL’EUROZONA

Hrvatska narodna banka, foto: AR-NEWS

ZAGABRIA, 12/07/2019 (AR) – La Croazia adotterà l’Euro come valuta ufficiale nei prossimi anni, abbandonando completamente la kuna croata. Al Paese viene dato un anno per soddisfare tutti i requisiti, piuttosto severi, necessari all’ingresso nell’Eurozona. La decisione finale spetta però agli attuali Paesi membri del blocco e alla Banca Centrale Europea.

Il 4 luglio la Croazia ha dato il via al processo di adesione al Meccanismo di scambi europei (ERM II). Ad annunciarlo è la banca nazionale della Croazia, la HNB (Hrvatska narodna banka in croato). L’ERM II costituisce quel che viene chiamata “l’anticamera dell’Euro”, uno step necessario per i paesi che voglio entrare a far parte dell’Eurozona ed ha durata biennale. Durante tale fase il valore minimo della kuna sarà ancorato a quello dell’euro.

Zagreb HNB, foto: AR-NEWS

Zagabria riferisce di volersi inserire in tale meccanismo entro la metà del 2020, così da adottare la moneta unica in via ufficiale entro i tre anni successivi. Una volta che sarà entrata nell’ERM 2 e dopo essere stata all’interno del meccanismo di cambio per almeno due anni, la Croazia dovrebbe formalmente soddisfare il criterio del tasso di cambio della cosiddetta convergenza nominale.

Secondo le dichiarazioni della banca croata è stata inviata una lettera di intenti a firma del ministro delle finanze croato, Zdravko Marić, e il governatore della HNB, Boris Vujčić, verso le istituzioni europee e i paesi membri della zona euro. La lettera è accompagnata da un piano di riforme che la Croazia si incarica di implementare prima di iniziare ad utilizzare l’Euro.

Condividi questo articolo

Be the first to comment on "CROAZIA: INIZIATO PROCESSO PER L’INGRESSO NELL’EUROZONA"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*