CROAZIA: LA PRIMA VOLTA ALLA PRESIDENZA

Zagabria, foto: AR-NEWS

ZAGABRIA, 11/01/2020 (AR) – Arriva anche la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, a Zagabria, accolta dal premier Andrej Plenković, per la prima volta della Croazia alla presidenza del Consiglio dell’Unione Europea. Per il più giovane paese membro, la Croazia lo è dal 2013, la cerimonia di investitura arriva pochi giorni dopo la vittoria elettorale alle presidenziali di Zoran Milanović, nuovo Presidente della Croazia, al posto di Kolinda Grabar-Kitarović, sconfitta al ballottaggio del 5 gennaio 2020.

Tetro di Zagabria, foto: AR-NEWS

Dopo il concerto al Teatro Nazionale di Zagabria, per i prossimi sei mesi saranno tanti gli argomenti all’ordine del giorno dell’agenda europea: la gestione della Brexit, il quadro finanziario pluriennale 2021-27, l’eventuale allargamento della UE ai Balcani.

“Un momento importante per la Croazia”, dichiara Andrej Plenković, leader del partito HDZ (Unione Democratica Croata), al governo in coalizione con il partito HNS (Liberal-democratici):

“La presidenza è un momento importante per la Croazia, che completa il nostro ciclo storico dall’indipendenza all’affermazione in Europa e nel mondo. Ci sentiamo onorati e abbiamo un senso di grande responsabilità di poter lavorare a beneficio di tutti i cittadini dell’Unione nei prossimi sei mesi, promuovendo e presentando le nostre specificità e priorità”, ha dichiarato Plenković.

Premijer Plenković, foto: AR-NEWS

Le priorità della presidenza croata per il primo semestre 2020, spiega il Servizio Studi del Parlamento Europeo, sono raggruppate sotto quattro voci: un’Europa che si sviluppa; un’Europa che collega; un’Europa che protegge; un’Europa influente.

Oltre che su quelli europei, la Croazia è pronta a lavorare anche su un obiettivo nazionale: la sua integrazione nell’area Schengen. Chissà se, prima di cedere il testimone alla Germania il 1° luglio 2020, la presidenza croata si sarà guadagnata gli applausi.

Continuano a avere il vento in poppa, almeno quello proveniente da Bruxelles, Macedonia del Nord e Albania che fanno l’anticamera in vista di un futuribile ingresso nell’Unione europea. Ursula von der Leyen si è apertamente espressa a favore del via ai negoziati di adesione.

“Per Macedonia del Nord e Albania la porta è aperta e i negoziati di adesione devono iniziare. Abbiamo chiesto tanto a questi due Paesi e tanto hanno fatto per rispettare i criteri di adesione e non dovremmo cambiare le regole del gioco solo per loro”, ha dichiarato Ursula von der Leyen.

Il via ai negoziati di adesione è stato bloccato bruscamente ancora una volta lo scorso autunno, su forte pressione francese. Con il via del semestre di presidenza di turno della Croazia, i due Paesi sperano in un’operazione di moral suasion per riportare d’attualità il dossier dell’allargamento europeo ai paesi dei Balcani.

Condividi questo articolo

Be the first to comment on "CROAZIA: LA PRIMA VOLTA ALLA PRESIDENZA"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*